AGENTI CHIMICI: IL NUOVO ALLEGATO XXXVIII DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 81/2008 E LE NOVITÀ DA ACGIH PER IL 2020

  • Maria Cristina Aprea The AIDII President

Abstract

Con il Decreto interministeriale del 2 maggio 2020 del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministro della Salute, pubblicato sul sito internet istituzionale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali (www.lavoro.gov.it), è stato sostituito l'Allegato XXXVIII del decreto legislativo n. 81 del 2008, relativo ai valori limite di esposizione professionale (VLEP) per gli agenti chimici. Il nuovo allegato XXXVIII, con i VLEP dei 31 agenti chimici della direttiva 2017/164/UE della Commissione del 31 gennaio 2017 (quarto elenco), comprende adesso 143 agenti chimici. Rimane da adottare entro il 20 maggio 2021 il quinto elenco di valori limite indicativi (IOELV) per 10 agenti chimici di cui alla Direttiva (UE) 1831/2019 della Commissione del 24 ottobre 2019 che comporterà, in Italia, la soppressione del VLEP riportato nell'attuale Allegato XXXVIII, del cumene, categorizzato dallo SCOEL come Cancerogeno gruppo D (non genotossico), e l'adozione di con un nuovo valore limite più protettivo, per questa sostanza. La stessa Direttiva 1831, sempre sulla base dei suggerimenti dello SCOEL, richiama l'opportunità per cumene e anilina di tener presenti i pertinenti valori del monitoraggio biologico, in linea con la notazione “pelle” riportata per queste sostanze. In questi giorni è stato pubblicato inoltre il volume dei TLVs e BEIs per il 2020 dell’American Conference of Governmental Industrial Hygienists (ACGIH) disponibile per l'acquisto sul sito web (https://www.acgih.org/). La comparazione dell’Allegato XXXVIII con quanto proposto dall’ACGIH evidenzia la presenza di diversi VLEP confrontabili. Esempi di valori allineati sono relativi a diversi solventi organici, utilizzati anche su vasta scala, quali acetonitrile, 2-butossietanolo, 2-butossietilacetato, cicloesano, diclorometano, metanolo, metiletilchetone, metilisobutilchetone, metil-tert-butiletere, solfuro di carbonio, metilmetacrilato, alcuni metalli come l'argento e alcuni gas come l'anidride carbonica. I TLV ACGIH sono maggiormente protettivi per agenti chimici come ad esempio manganese e piombo, acetone, n-eptano, etilbenzene, 2-metossietanolo, 1-metossi-2-propanolo e toluene, acido solfidrico e biossido di zolfo, al contrario di 2-etossietanolo, 2-etossietilacetato, cicloesanone, cloroformio, cumene, nesano, etere etilico, trimetilbenzeni, n-pentano, tetracloroetilene, 1,1,1-tricloroetano, xileni, acido solforico, mercurio, per i quali i valori proposti da ACGIH sono superiori rispetto a quelli riportati nell’Allegato XXXVIII. Tra le principali novità introdotte nella sezione delle sostanze chimiche del volume ACGIH 2020, spicca l’adozione di alcuni dei TLVs proposti nella Notice of Intended Changes 2019 (NIC): per lo stirene, che non figura nell'Allegato XXXVIII, il TLV-TWA e il TLV-STEL sono dimezzati rispetto al 2019 e la classificazione di “Ototossico” e la classe di cancerogenicità A3 sono inoltre state inserite tra le annotazioni relative. Revisioni sono state proposte e inserite nelle NIC anche per il toluene, nella fattispecie la classificazione di “Ototossico”. Per il cumene nella sezione NIC viene riportato un TLV-TWA pari a 1/10 di quello corrente, l'inserimento della notazione A3 e la modifica dell'endpoint tossicologico su cui si basa il valore limite. Importanti novità riguardano anche la sezione dei BEIs, con NIC riguardanti anilina, cromo, indio, induttori di metaemoglobinemia, metilcloroformio e nichel e composti inorganici. Sono attualmente in corso di studio da parte dell'Associazione Statunitense circa 130 sostanze chimiche per i valori limite di esposizione professionale e 25 per la definizione di nuovi BEIs (https://www.acgih.org/tlv-bei-guidelines/documentationpublications-and-data/under-study-list). La consultazione della documentation ACGIH consente di comprendere il razionale alla base dei TLVs/BEIs e delle NIC, ed è di notevole aiuto anche in fase di studio di nuovi agenti chimici per i quali valori limite sono proposti nelle Direttive EU. In relazione alle sostanze cancerogene/mutagene, Binding Occupational Exposure Limit Values (BOELV) sono stati fissati dalle Direttive EU per tali tipologie di sostanze (CMD), che devono essere necessariamente recepiti dagli stati membri in maniera conservativa o con adozione di propri limiti più restrittivi. I BOELV si differenziano dai IOELV, riportati nelle direttive sugli agenti chimici (CAD), che possono essere modificati anche in senso meno restrittivo dagli stati membri in relazione a valutazioni socioeconomiche. Con il recepimento della CAD 1831/2019 e delle CMD n. 2398 del 12 Dicembre 2017 (per la quale la Conferenza Stato-Regioni ha espresso parere favorevole condizionato all'accoglimento di alcune proposte di modifica al Decreto Legislativo di attuazione), n. 130 del 16 Gennaio 2019 e n. 983 del 5 Giugno 2019 (che dovrà avvenire rispettivamente per quest’ultime entro il 16 Gennaio 2021 ed entro l'11 Luglio 2021) sarà completato il quadro di recepimento delle CAD e CMD emanate fino a questo momento.

 

Published
2020-06-14
Section
Editorial